MONDO

Zanzibar relax e scoperte

Zanziba -Dongwe al Tramonto spiaggia
Per scrivere questo post su Zanzibar dobbiamo portare la nostra mente indietro nel tempo, sono passati 7 anni.

Zanzibar è stato il nostro primo vero Viaggio.

Il primo volo lungo, la prima meta esotica… e devo dire che ci rimarrà per sempre nel cuore.
Eravamo giovani, avevamo pochi soldi e invece di scegliere un blasonato resort, abbiamo scelto il Dongwe Ocean View Hotel, un piccolo hotel affacciato direttamente sulla spiaggia.
Siamo rimasti li per 15 giorni, i clienti erano veramente pochi, molti giorni siamo stati gli unici ospiti della struttura.
Quando restavamo in hotel a crogiolarci al sole regnava la pace, passavamo il tempo tra bagni e letture.

Zanziba -Dongwe al Tramonto

Stanze carine e pulite con un terrazzo vista mare, personale gentile e disponibile ad ogni richiesta, il cibo abbastanza buono anche se non molto vario.
Gli ombrelloni ed i lettini erano a bordo piscina e su una terrazza in legno rialzata, con una scaletta si poteva accedere alla spiaggia.

Questa costa di Zanzibar è soggetta alle maree.

Zanzibar Dongwe Stella Claudia

Il mare in questa zona è diverso da quello a cui siamo abituati, quando c’è l’alta marea è mosso, e sapendo cosa c’è sul fondale (ricci dalle spine lunghissime e coralli), non abbiamo mai avuto il coraggio di farci il bagno.

Quando arriva la bassa marea invece, si apre un mondo sconosciuto, affiorano cose che altrimenti non avresti mai potuto vedere, si formano piccole piscine naturali di acqua calda e cristallina dove poter fare il bagno, e poi con le scarpette si può camminare sulle rocce, scoprendo stelle marine, conchiglie, piccole acquari naturali pieni di pesci colorati.
Ma Zanzibar non è solo vita da resort, le cose da vedere sono davvero tantissime.
Noi sconsigliamo i beach boys, costeranno meno, ma non avete nessuna garanzia, noi abbiamo sempre prenotato tramite l’hotel, anche perché nel nostro caso il costo non variava di molto.

Zanzibar Prison Island Tartaruga Mattia

Durante il nostro viaggio a Zanzibar siamo stati a Prison Island, una piccola isola al largo della costa di Stone Town, è un’antica prigione che ospita una colonia di tartarughe giganti delle Seychelles, potrete passeggiare nel giardino insieme a queste preistoriche creature.

L’isola ha una bellissima spiaggia dove dove potrete fare un bagno prima di rientrare.

Un altra splendida escursione è stata quella a Jozani Forest, una foresta abitata da simpatiche scimmiette ed enormi insetti.

Nella stessa giornata abbiamo anche fatto il tour delle spezie, molto interessante ed istruttivo, abbiamo visto dal vivo molte piante di spezie e frutta che usiamo comunemente ma che non erano esattamente come ci saremmo aspettati.

La visita della capitale Stone Town vi farà capire veramente l’anima di quest’isola, vi immergerete nei profumi e nei colori del posto girando tra le viuzze della città.
Da non perdere il mercato, colorato da spezie e frutta, un po’ meno gradevole visitare la parte dedicata alla carne ed al pesce, un po’ per gli odori e un po’ per la conservazione poco igienica dei cibi, a cui noi non siamo abituati (non hanno il ghiaccio ne frigoriferi)
Alla fine dell’escursione siamo andati a bere qualcosa per ammorare il tramonto all’ African House, un’esperienza da non perdere!

Il momento che più ci è rimasto nel cuore è stato fare il bagno con i delfini.

Zanzibar Delfini

Siamo partiti all’alba su una barchetta sgangherata in mezzo a onde altissime, il sole non era ancora sorto e faceva freddissimo.
Sulla barca eravamo in 6, noi, un’altra coppia danese, quello che guidava e un aiutante che toglieva con un secchiello l’acqua che entrava nella barca e si occupava dell’avvistamento dei delfini.
Inizialmente abbiamo avuto molta paura, il mare era veramente mosso e la bagnarola molto piccola ed instabile.
Poi come per magia il mare si è calmato ed un branco di delfini ha iniziato a venire verso di noi…”Jump! Jump!” hanno iniziato a gridarci e così abbiamo fatto, con le maschere ci siamo tuffati in quelle acque limpide e profonde, vicino e sotto a noi, un branco di delfini nuotavano e giocavano tranquillamente.

E’ stata un’ esperienza veramente emozionante vederli nel loro habitat, spettatori di tanta bellezza.

L’ultima escursione è stata il Safari Blue, al mattino ci hanno portato su questa piccola lingua di sabbia in mezzo al mare, si può fare il bagno e snorkeling, poi ci si sposta su un’isola più grande, dove è possibile passare in barca nella piccola “laguna blu” circondata da mangrovie.
Per finire ci è stata offerta una buonissima grigliata di pesce, aragoste e frutti tropicali.
Insomma Zanzibar ci è rimasta nel cuore!
Ci si può rilassare, ma si possono anche fare tante esperienze che vi arricchiranno l’anima.
Periodo : Agosto 2011
Totale giorni : 15
Hotel : Dongwe Ocean View. Costo 1700€ a testa compreso di volo Meridiana + Pasti + Transfer. Bevande, escursioni, connessione ad internet, tasse d’ingresso/uscita a parte. Prenotato tramite Tour Operator Margò (Eden Viaggi).
Ma anche si
  • Escursione Jozani Forest + Tour delle spezie
  • Escursione bagno con i delfini
  • Soggiornare in un piccolo albergo
Ma anche no
  • Escursioni con i beach boys, affidabilità troppo incerta
  • Non è in realtà un “MA ANCHE NO” però sappiate che visitare Zanzibar durante il Ramadan vuol dire che correrete il rischio di non trovare pesce fresco al ristorante e che le guide vi abbandonino di punto in bianco per andare a pregare
Ristoranti imperdibili
  • The Rock Restaurant, costruito su uno scoglio in mezzo al mare, potete leggere un’approfondimento sulla nostra esperienza qui.
Tips&Tricks
  • Tutti vogliono le mance, anche quelli che ti pesano la valigia e ci tengono un piede sopra per far lievitare il peso, anche quelli che tengono in mano il tuo passaporto per controllarlo e non te lo ridanno, anche quello che ti controlla la valigia sotto al cartello “vietato dare mance al personale”. Preparatevi in tasca tante banconote da 1 dollaro piegate singolarmente e quando capite l’antifona allungatene una al personaggio che vi sta difronte, lui intascherà con un sorriso e voi ve la sarete cavata con poco. Se vi impuntate otterrete solo astio e perdite di tempo.
  • Partite da casa sapendo esattamente quando/quanto/dove dovete pagare le tasse di ingresso/uscita, farsi trovare impreparati e con il contante in mano equivale a perderlo.
  • Non abbiate fretta, il motto del paese è POLE POLE (piano piano).

Al prossimo viaggio!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per vedere tutte le nostre foto in alta risoluzione clicca qui.

Se ti è piaciuto...condividilo!

2 pensieri su “Zanzibar relax e scoperte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.