Back to home
in EUROPA

Tour di Berlino : indispensabile

  • 16 Settembre 2019
  • By Claudia & Mattia
  • 18 Commenti
Tour di Berlino : indispensabile

Quello che per noi è veramente indispensabile a Berlino è esplorare la città con una guida che permetta di scoprirne la storia controversa.

Questa possibilità ci è stata data partecipando ai Tour di Berlino in italiano di Vive Berlin Tour.

Murales e locali underground, palazzi anonimi prefabbricati e strutture maestose con ispirazione tratta da diverse architetture nel mondo, Berlino è questo e molto altro.

Anche per il Tour di Berlino indispensabile la nostra guida è stata Antonella, la stessa del Tour di Berlino Est e il Muro.

Questo tour di Berlino ci ha portato alla scoperta dei monumenti più famosi ed importanti della capitale. Ci ha permesso di scoprire la sua storia che è davvero unica, fatta di distruzione e rinascita.

Potsdamer Platz

Il tour parte dalla famosa e moderna Potsdamer Platz.

Qui la guida ci mostra foto storiche, per farci comprendere l’atmosfera dell’antica piazza di epoca imperiale, completamente distrutta poi durante la Seconda Guerra Mondiale. L’orologio verde al centro della piazza è stato il primo vero semaforo della città, antico, in netto contrasto con la modernità dei palazzi circostanti.

Dopo il crollo del muro questa zona, un’area di 500 mila metri quadrati, venne ricostruita con la direzione artistica di Renzo Piano.

Qui è ben visibile la “cicatrice” del muro che attraversa la piazza, un tracciato che si può individuare in diversi punti della città.

Dopodiché si attraverserà il Sony Center, l’edificio simbolo della nuova Berlino, dopo la caduta del Muro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ti piace scoprire le capitali europee? Potrebbe interessarti anche Londra .

Topografia del Terrore

Con una breve passeggiata siamo arrivati alla Topografia del terrore. Davanti all’edificio, che si può visitare gratuitamente, c’è una parte del muro e le carceri della Gestapo, oltre all’ex quartiere generale delle SS.
Fino alla metà degli anni ’80 non si sapeva cos’era successo in questo posto, sono stati i cittadini ad aver riportato alla luce la storia.
In questa città negli anni si è passati da un terrore all’altro, dalla Gestapo alla Stasi.
Vi consigliamo un giro all’interno, l’ingresso è gratuito e attaccando il cellulare al wifi partirà l’audio guida, prendete prima la cartina per capire come muovervi all’interno del percorso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Checkpoint Charlie

Proseguendo con la camminata abbiamo fatto una sosta davanti all’ex-Ministero dell’aviazione nazista, conservato intatto fino ai giorni nostri. Sopravvissuto ai bombardamenti, probabilmente perché i segreti che si celavano al suo interno interessavano a tutte le potenze in conflitto. Adesso all’interno c’è il ministero delle finanze.

Da lì ci siamo spostati verso uno dei luoghi più simbolici della Guerra Fredda, il famoso Checkpoint Charlie, dove Russi e Americani si fronteggiarono per 40 anni. Il passaggio tra Berlino est e Berlino ovest. Quello che vedrete è un rifacimento, l’originale si trova nel Museo degli Alleati.

Poco distante la guida ci fa fermare in un anonimo parcheggio, lì sorgeva la Nuova Cancelleria di Hitler e, pochi metri sotto terra, il bunker dove il dittatore tedesco si uccise insieme ad Eva Braun.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Memoriale per gli ebrei assassinati in Europa

Pensiamo che questo sia uno dei luoghi che più ci ha toccato in questa città, oltre a venire qui con la guida durante il tour, siamo tornati la mattina successiva molto presto.

Ci siamo presi del tempo per camminare per il memoriale e per vivere i sentimenti che questo luogo può suscitare nel completo silenzio.

Il Memoriale per gli ebrei assassinati in Europa, conosciuto anche come Memoriale dell’Olocausto è stato progettato da Peter Eisenman, un architetto ebreo tedesco.

Il memoriale è grande come due campi da calcio ed è composto da un campo di 2.711 stele messe su una sorta di reticolato. Hanno tutte una diversa inclinazione e altezza. Dall’alto è completamente regolare e sembra una sorta di cimitero.
L’artista non spiegherà mai il significato dell’opera, va attraversata, la parte emotiva deve parlare.

Serve a riflettere sull’enormità della tragedia che l’Olocausto ha rappresentato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Porta di Brandeburgo

La Porta di Brandeburgo è una delle porte della città, anche qui passava il muro di Berlino, al di là della porta si intravede la cupola dell’edificio del Reichstag.

Sopra alla porta si ergeva la statua della Dea della pace che, invece di essere rivolta verso chi arriva, era rivolta verso la città spesso scossa da tumulti.
Qui arrivò Napoleone, che dopo aver battuto il Re Prussiano si portò via la quadriga. Tornerà al suo posto dopo 10 anni con l’aggiunta dell’aquilotto e della croce di ferro, diventando così Dea della vittoria.

Proseguendo per il Viale Unter den Linden, ampio viale alberato, dopo una sosta alla splendida piazza Gendarmenmarkt con le sue eleganti chiese gemelle, siamo arrivati a Bebelplatz.

Il questa piazza c’è stato il Rogo dei Libri del 1933, alcuni studenti dell’università incendiarono venticinque mila volumi ebrei o che trattavano argomenti che andavano contro la loro ideologia. Al centro della piazza un buco chiuso con una vetrata lascia vedere una scaffalatura vuota che sta a indicare questa perdita e dà valore alla cultura.

Gli edifici presenti nella piazza sono la cattedrale di Sant’Edvige, con la sua cupola rotonda, e la biblioteca reale, ora facoltà di giurisprudenza.

Dall’altra parte della strada l’imponente Berliner Dom, la cattedrale protestante simbolo della grandezza della famiglia imperiale, e l’Isola dei Musei, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per vedere tutte le foto scattate durante il nostro viaggio a Berlino, in alta risoluzione con anche i dati exif ed il geotag, cliccate QUI.

Esperienza offerta da Vive Berlin Tours che offre a tutti i nostri follower il codice sconto del 10%, valido tutti i giorni da oggi fino al 30 giugno 2020, per tutti i Tour quotidiani di Berlino in italiano. Basterà inserire il codice: 2Cuori-Berlino alla fine del processo di acquisto.

Vuoi continuare a seguirci durante i nostri viaggi? Ci trovi su Instagram, Facebook, Pinterest, YouTube e Twitter ti aspettiamo!

By Claudia & Mattia, 16 Settembre 2019 Siamo Claudia e Mattia, due sognatori romantici alla scoperta del mondo. Sul nostro blog parliamo dei nostri viaggi e delle nostre esperienze, degli hotel e dei ristoranti migliori. Non siamo viaggiatori zaino in spalla, ma non possiamo permetterci il lusso. Nei nostri viaggi troverai un buon compromesso.
  • 18

Claudia & Mattia

Siamo Claudia e Mattia, due sognatori romantici alla scoperta del mondo. Sul nostro blog parliamo dei nostri viaggi e delle nostre esperienze, degli hotel e dei ristoranti migliori. Non siamo viaggiatori zaino in spalla, ma non possiamo permetterci il lusso. Nei nostri viaggi troverai un buon compromesso.

18 Commenti
  • Veronica
    26 Settembre 2019

    Ancora non sono mai stata a Berlino ma sicuramente avete coperto alcuni posti che non spesso ho sentito parlare.

  • Serena - Sognando Viaggi
    20 Settembre 2019

    Non sono mai stata a Berlino e, anche se non è uno dei viaggi che bramo di più, penso che visitarla con consapevolezza dia un senso profondo al viaggio, un tuffo nella storia che sicuramente fa riflettere.

  • Dario
    20 Settembre 2019

    Non sono mai stato a Berlino ma se ci andró seguiró i vostri preziosi consigli

  • natascia
    19 Settembre 2019

    tra le varie capitali europee, Berlino era una delle poche che non mi attirava per nulla, ma devo dire che ultimamente mi sto ricredendo, ne parlano tutti benissimo!!

  • Raffi
    18 Settembre 2019

    Hai segnalato i luoghi di Berlino che amo di più e che ogni volta mi fanno stringere il cuore di commozione. Grazie

  • Rossella
    17 Settembre 2019

    Ho visitato Berlino poco dopo la caduta del muro. Era strano essere lì, a respirare tutto ciò che è successo in quella città, testimoni increduli di quel che è stato. Vorrei tornarci con la famiglia, da un lato per vedere i cambiamenti che sono avvenuti in questi anni, dall’altro per rendere consapevoli i ragazzi che quello che hanno studiato è successo davvero; vorrei che un viaggio a Berlino divenisse un modo ulteriore per sensibilizzarli e renderli persone migliori.

  • Sara Chandana
    17 Settembre 2019

    Ho scoperto Berlino grazie agli occhi di un’amica che lì ci vive ed ho imparato molte cose su questa città. Il Memoriale mi ha sconvolta.
    Ci tornerei per approfondire diversi aspetti e per scoprire nuovi angolini di una città che è diventata un punto di riferimento per diversi giovani.

  • Zelda
    17 Settembre 2019

    Non sono mai stata a Berlino, eppure desidero tanto andarci. I luoghi da te citati spesso li ho letti nei libri che ho letto dedicati ai viaggi.

  • massimo
    16 Settembre 2019

    È una città con una storia brutale e piena di aspetti da raccontare. Credo che per visitare Berlino , prima di partire, bisognerebbe studiare molto bene la sua vita. Detto questo, la nuova città deve essere bellissima e moderna. Grazie.

  • Monica
    16 Settembre 2019

    Berlino è una città controversa a chi piace e a chi no.
    Noi l’abbiamo visitata con Luca di 2 anni, abbiamo visto tutti i posti da te citati ed abbiamo solamente saltato i musei più grandi che francamente per lui erano poco attrattivi
    l’abbiamo amata Berlino che ti rapisce il cuorein alcuni suoi luoghi !
    Brava bel post

  • Annalisa trevaligie-travelblog
    16 Settembre 2019

    Berlino mi attira, da appassionata storiografa, ma mi respinge al tempo stesso. Ho timore delle mie reazioni, dinanzi alla constatazione degli orrori commessi, dinanzi ai resti del muro, nei musei. Aspetterò che mia figlia sia in grado di capire la storia forse, per programmare un viaggio a Berlino. Solamente facendo conoscere a questa nuova generazione quello di cui è capace l’uomo, si possono provare a cambiare le cose, o a evitare di commettere gli stessi errori.

    • Mattia
      16 Settembre 2019

      Esatto Annalisa, la conoscenza e la presa di coscenza sono fondamentali contro il ripetersi degli errori passati.

  • Giulia
    16 Settembre 2019

    Un viaggio nella storia che purtroppo i giovani conoscono poco. La conoscenza della storia serve anche a non farci ricadere negli stessi errori.

  • valeria
    16 Settembre 2019

    Non mi stanco mai di tornare a Berlino, è una città così carica di storia ma anche così cosmopolita e con capacità di rinnovarsi , ogni volta trovo qualcosa di nuovo. Così al di là dei musei stroridinari, dei grandi viali, dei palazzi monumentali e dei luoghi che trasudano storia, ho scoperto quella che giustamente definisci una Berlino di “Murales e locali underground, palazzi anonimi prefabbricati e strutture maestose con ispirazione tratta da diverse architetture nel mondo”. Imperdibile!

    • Mattia
      16 Settembre 2019

      Dalle tue parole si capisce quanto sia piaciuta anche a te questa splendida capitale 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

chi siamo
Siamo Claudia e Mattia e dal 2010 condividiamo la nostra vita e il nostro amore per i viaggi. Sul nostro blog puoi trovare luoghi bellissimi da scoprire, hotel romantici, ristoranti imperdibili e tour organizzati che consigliamo in diversi posti del mondo. Tutto è descritto con amore e passione ed accompagnato dalle nostre foto. Collaboriamo con aziende, hotel, tour operator e piccole attività locali.

             Scopri i nostri servizi

RUBRICHE
Iscriviti alla nostra Newsletter

Instagram API currently not available.