Back to home
in Il mio Big Bang

Il mio Big Bang: Cristian e il suo viaggio

  • 18 Giugno 2020
  • By Claudia & Mattia
  • 0 Commenti
Il mio Big Bang: Cristian e il suo viaggio

Ho conosciuto Cristian Buzzelli all’inizio del nostro sogno, avevo finito da poco le terapie e volevo partire, aprire un blog, fare tante cose.

Cristian mi ha sempre spronato a seguire i miei sogni, a rischiare, lui ha sempre creduto che sarei riuscita a fare ciò che desideravo. Un grande viaggiatore, sia di viaggi fisici che di viaggi spirituali, ci porta in luoghi incredibili non solo tramite il racconto dei suoi viaggi, ma anche grazie alle sue meditazioni.

Cristian ha fatto in modo che avvenimenti difficili della sua vita lo spingessero verso la versione migliore di sé, oggi si racconta su 2 Cuori in Viaggio per le interviste de Il mio Big Bang.

Ti va di raccontarci chi sei?

Io sono un Viaggiatore, o meglio un Esploratore. Mi piace vivere nuove avventure e mettermi alla prova, viaggiare in paesi incontaminati, conoscere la gente, gli usi e costumi del luogo e vivere come loro.
Il mio must è viaggiare in bici. Ho fatto il giro della Sardegna in bicicletta in 24 giorni e il giro della Sicilia in 27 giorni.

Qual è stato il tuo Big Bang?

Non ho avuto un solo Big Bang, in realtà sono stati tanti:
Per prima cosa il viaggio in India che mi ha cambiato dentro, sconvolgendo il mio modo di pensare e di vedere la vita.
Successivamente il fallimento del mio ristorante che mi ha obbligato a reinventarmi e  ad interrogarmi sulle mie priorità nella vita.

Per ultimo, ma solo a livello temporale, la morte di mia mamma. Non solo per la mancanza che avverto ancora, ma perché ho promesso di farle vedere il mondo con i miei occhi e di portare il suo sorriso a tutte le persone che ne hanno bisogno.

Cosa è cambiato dentro di te e nella tua vita dopo questi avvenimenti?

Dentro di me è cambiato tutto: ho rivisto le mie priorità, i miei principi, il mio modo di pensare e di affrontare la vita. Dopo l’India mi sono detto: “non mi toglierò mai il sorriso dalle labbra perché queste persone non hanno niente e sono sempre felici”.

Dopo il fallimento del mio ristorante pensavo che la mia vita fosse finita, che non sarei mai riuscito a pagare i miei debiti ed invece sono qua senza debiti e felice. Il ristorante mi ha fatto anche capire che non stavo vivendo la vita dei miei sogni.

La morte di mia mamma mi ha confermato ulteriormente che oggi siamo vivi e domani non lo sappiamo, che la vita è una sola e che dobbiamo vivere al 1000 × 1000 e che anche nelle difficoltà più grandi dobbiamo sempre sorridere, lottare e non arrenderci mai perché questa è la vita.

Hai mai pensato che questi avvenimenti ti hanno dato modo di migliorare la tua vita?

Assolutamente sì: penso che quello che ci accade nella vita, che sia bello, che sia brutto, lascerà per sempre un segno e ci farà evolvere e migliorare, se lo vogliamo e se non ci facciamo abbattere.

Cosa vorresti dire a chi oggi sta passando un momento difficile?

Per prima cosa vorrei dirgli che questa è la vita, è fatta di alti e di bassi, è fatta di pianti e di sorrisi, di gioia e di dolore. La vita non è una successione di avvenimenti piatti, prevedibili e ripetibili. La vita è dinamica, come le montagne russe, non sai quello che verrà, ma sai che ti emozionerà.

Voglio anche dirgli: “accogli queste emozioni, queste sensazioni e domandati cosa puoi fare per assaporarla tutta questa tua vita oppure cosa puoi fare per uscire dalle situazioni se non ti piace quello che stai vivendo”.

Come diceva Buddha: tutto viene e va, la vita viene e va, una ferita viene e va, un genitore viene e va, un dolore viene e va. Dobbiamo solo capire che questa è la vita e che il nostro dovere è vivere, non accontentarci di esistere, vivere come piace a noi, fare quello che ci rende felici. Non  dobbiamo essere schiavi degli schemi che possiamo avere in testa o che ci arrivano dall’esterno. Iniziamo a scrivere la vita come la vogliamo ed infine a domandarci ogni giorno: “quello che sto facendo mi rende felice?”.

Se la risposta è no, bisogna cambiare strada.

Qual è il tuo sogno?

Il mio sogno è girare il mondo con la bicicletta o con qualsiasi altro mezzo, conoscere tutti gli usi e costumi dei popoli antichi e moderni, andare a vedere le bellezze del mondo che ci circondano.

Ringrazio Cristian Buzzelli per aver condiviso con noi la sua storia, se volete continuare a seguirlo nelle sue avventure ecco tutti i suoi canali:

INSTAGRAMYOUTUBE – FACEBOOK

By Claudia & Mattia, 18 Giugno 2020 Siamo Claudia e Mattia, due sognatori romantici alla scoperta del mondo. Sul nostro blog parliamo dei nostri viaggi e delle nostre esperienze, degli hotel e dei ristoranti migliori. Non siamo viaggiatori zaino in spalla, ma non possiamo permetterci il lusso. Nei nostri viaggi troverai un buon compromesso.

Claudia & Mattia

Siamo Claudia e Mattia, due sognatori romantici alla scoperta del mondo. Sul nostro blog parliamo dei nostri viaggi e delle nostre esperienze, degli hotel e dei ristoranti migliori. Non siamo viaggiatori zaino in spalla, ma non possiamo permetterci il lusso. Nei nostri viaggi troverai un buon compromesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

chi siamo
Siamo Claudia e Mattia e dal 2010 condividiamo la nostra vita e il nostro amore per i viaggi. Amiamo girare il mondo, immortalando tutto ciò che vediamo con la fotografia e narrandolo tramite il nostro lavoro di storytelling e di scrittura. Ci piace raccontare storie di persone che ce l'hanno fatta, brand con una mission, strutture dove la passione di chi le ha create è tangibile in ogni angolo. Ci piace trovare la differenza Speriamo che tu voglia continuare a viaggiare con noi. Collaboriamo con brand, hotel e enti del turismo.

             Scopri i nostri servizi

RUBRICHE
Iscriviti alla nostra Newsletter
Instagram API currently not available.