Un giorno a Civita di Bagnoregio: la città che Muore

Civita Bagnoregio

Nel cuore del Lazio appare tra i calanchi Civita di Bagnoregio, soprannominata la città che muore. Un luogo affascinante e fermo nel tempo che vi consigliamo assolutamente di visitare se passate in quelle zone.

Civita di Bagnoregio: la storia

La sua storia risale all’epoca etrusca, quando il luogo era abitato dai popoli pre-romani. Il borgo è noto soprattutto per la sua posizione suggestiva e per il suo stato di conservazione, che lo rende un autentico gioiello architettonico.

Ciò che rende Civita di Bagnoregio davvero unica è il suo isolamento geografico. Il borgo è infatti situato su un’alta collina di tufo, circondato da profonde gole e da un paesaggio mozzafiato. Questa caratteristica geografica ha contribuito a isolare il borgo nel corso dei secoli, preservandone l’antica atmosfera e il fascino senza tempo.

La storia di Civita di Bagnoregio è stata segnata da periodi di prosperità e di declino. Durante il periodo medievale, il borgo conobbe un periodo di grande splendore, diventando un importante centro commerciale e culturale. Tuttavia, nel corso dei secoli successivi, Civita di Bagnoregio subì diverse vicissitudini, tra cui terremoti e problemi legati all’erosione del terreno circostante.

Cosa vedere a Civita di Bagnoregio

  • Il Ponte Pedonale: Il primo impatto con Civita di Bagnoregio è attraverso il ponte pedonale che offre una vista mozzafiato sulle gole circostanti e sul borgo.
  • Porta Santa Maria: l’ingresso principale al borgo e una delle porte medievali meglio conservate. 
  • Piazza San Donato: Il cuore del borgo, qui si trova anche la chiesa di San Donato, è un gioiello architettonico con la sua facciata romanica e gli affreschi interni.
  • Il Belvedere di Civita: Lungo le mura del borgo, ci sono diversi punti panoramici che offrono splendide viste sui calanchi e le vallate circostanti
  • Museo Geologico e delle Frane: Se sei interessato alla geologia e alla storia naturale della zona, questo museo offre informazioni sulle caratteristiche geologiche del tufo e sui fenomeni di erosione che hanno influenzato il territorio e Civita.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dove parcheggiare a Civita di Bagnoregio

Non è possibile arrivare a Civita di Bagnoregio in auto ma dovrete lasciare la macchina in un parcheggio e proseguire a piedi. Impostate sul navigatore il parcheggio Belvedere di Civita il costo è di 2 euro all’ora e si può pagare anche con la carta.

Dal parcheggio potrete scendere al ponte pedonale tramite delle scale o sulla strada, dal parcheggio alla Civita ci sono circa 10 minuti a piedi.

Se il parcheggio è pieno l’alternativa è Piazzale Battaglini, si trova a circa 20 minuti a piedi e il costo è di 1 euro all’ora.

Come si accede alla Civita

L’accesso a Civita è a pagamento e il costo del biglietto è di 5€ a persona.

Il biglietto di ingresso può essere acquistato alla biglietteria di Mercatello, in prossimità del ponte, alla biglietteria di Piazzale Battaglini dove c’è il parcheggio, oppure online.

Se avete intenzione di usare il drone sappiate che durante la settimana la zona è interdetta al volo (verificate su d-Flight anche i notam), mentre eravamo lì sono passati numerosi elicotteri a bassa quota.

Dove mangiare

Per godere al meglio dell’atmosfera della Civita vi consigliamo di fermarvi a mangiare qualcosa, ci sono ottimi ristoranti e potrete provare i piatti locali. Noi vi consigliamo:

  • Alma Civita
  • Trattoria Antico Forno
  • La Cantina di Arianna

Dove dormire

Se decidi di rimanere a dormire a Civita per godere al massimo dell’atmosfera del borgo ecco alcuni posti consigliati:

Ora hai tutte le informazioni che ti servono, io visitando la Civita di Bagnoregio ho davvero realizzato un sogno, spero che questa visita emozioni anche te…

Home » Un giorno a Civita di Bagnoregio: la città che Muore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.