Back to home
in EUROPA

Alla scoperta di Lisbona tra salite e discese

  • 18 Settembre 2019
  • By Claudia & Mattia
  • 12 Commenti
Alla scoperta di Lisbona tra salite e discese

La nostra prima fuga dalla dura realtà dopo praticamente un anno di astinenza dai viaggi è stata Lisbona.

Avevamo pochi giorni, poche forze e non potevamo allontanarci troppo dall’ Italia, Lisbona è stata una meta azzeccata.

Lisbona è una città tranquilla, meno caotica ed affollata rispetto ad altre capitali europee, anche nel periodo Natalizio. Passeggiando per le sue strade, vi sembrerà di essere in un’altra epoca.

Il clima è mite anche a Dicembre, l’alternarsi di sole e leggera pioggia non disturberà troppo la vostra permanenza.

Armatevi di sciarpa e cappello per il vento e di scarpe comode per le ripide salite e discese che caratterizzano questa città.

A Lisbona abbiamo scelto di visitare qualche luogo super turistico come la Torre di Belém ed il Castello di Sao Jorge, ma anche di perderci tra le viuzze ed i negozietti caratteristici della città, ci siamo fermati sui miradouro a fare foto di Lisbona dall’alto e ci siamo immersi nell’atmosfera un po’ hipster dell‘LX Factory.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Quest’ultimo è un posto veramente particolare, ci è stato consigliato da un’amica che vive a Lisbona e che lavora proprio in questa struttura.

LX Factory ci ha stupito ed affascinato, è una ex zona industriale, riutilizzata per negozi, uffici e ristoranti, con bellissimi murales colorati, pasticcerie imperdibili e un rooftop difficile da trovare, ma con un vista e un’atmosfera da togliere il fiato. Non è un luogo molto turistico ed affollato, ma appena metti il piede al suo interno capisci che per i giovani di Lisbona è davvero un luogo interessante.

Cosa fare a Lisbona

Il primo giorno abbiamo girato tra i quartieri del Barrio Alto e il Chiado, scendendo poi verso il Time Out e passeggiando lungo il fiume.

Il secondo giorno ci siamo dedicati al Castello, alla Chiesa del Se’ e ci siamo goduti il colorato quartiere dell’Alfama.

Il terzo giorno ci siamo subito diretti alla Torre di Belém, abbastanza presto, per evitare coda e fare le foto senza troppa gente in giro, abbiamo fatto poi un giro in zona, dopodichè ci siamo spostati all’LX Factory.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’ultimo giorno alle 9 eravamo al capolinea del Tram 28, c’era poca gente, abbiamo potuto fare il giro in tutta tranquillità, godendo del panorama. Seduti sui sedili di legno di queste vecchie carrozze restaurate, si assapora il gusto di epoche passate.

Il viaggio di ritorno invece è stato decisamente più affollato, negli orari di punta la calca di turisti rende l’esperienza poco suggestiva.

Abbiamo finito la giornata facendo un giro per le viuzze del Rossio fermandoci ad acquistare qualche regalino.

Dall’aeroporto all’hotel abbiamo preso un Taxi (15 euro) mentre per il ritorno ci siamo affidati ad Uber (9 euro), la tratta si percorre in circa mezz’ora, anche con il traffico.

Non tornate a casa senza aver provato il bacalau ed i pasteis de nata.

Non è una città molto grande, diciamo che in 4 giorni potete tranquillamente girarla senza correre troppo.

Periodo : tra Natale e capodanno

Totale giorni : 4

Hotel : Castilho House 290€ per 4 notti per 2 persone con colazione, carino, pulito e ben posizionato. Ottima colazione.

Ma anche si

  • Torre di Bélem
  • Elevador de Santa Justa + Convento do Carmo
  • Tram 28
  • LX Factory

Ma anche no

  • Castello de Sao Jorge, suggestivo da lontano, scarno al suo interno
  • Mercado Time Out, troppo affollato e troppo trappola per turisti
  • Pastéis de Belém (pasticceria)… mangiati altrettanto buoni in pasticcerie meno blasonate, non valgono la coda
  • Le caldarroste in Portogallo sono diverse dalle nostre, riconoscete gli ambulanti che le vendono per il fumo che fanno, una volta cotte diventano bluastre, incuriositi le abbiamo assaggiate ma non hanno nulla di speciale, anzi forse sono meno saporite, di sicuro sono economiche. 1 sacchetto da 12 viene 2,50€

Ristoranti imperdibili

  • Da Prata 52, vicino a Praca do Comércio. Localino tipico, ottime tapas, personale gentilissimo ed attento alle esigenze del cliente. Costo: 40€ per 4 tapas abbondanti + 1 vino + 1 birra.
  • Canto da Vila, vicino al Miradouro de Santa Luzia (nella foto di copertina). Il locale è molto carino, piatti tipici, buoni ed abbondanti. Costo: 36€ per 2 portate principali + 2 birre.
  • K.O.B. by Oliver, vicino a Praca Marques de Pombal. Ristorante chic, molto intimo, specializzato in carne pregiata proveniente da tutto il mondo. Costo: 70€ per 2 bistecche ( abbiamo preso quelle della casa, ce ne sono anche da 180€) + 1 contorno + 2 croquetas + 2 calici di vino.
  • Landeau chocolate, piccola pasticceria situata all’interno del LX Factory. Abbiamo mangiato una torta al cioccolato ineguagliabile! Costo: ? offerto da amici esperti del luogo ;P

Tips&Tricks

  • Scaricatevi UBER ed utilizzatelo senza ritegno, i prezzi sono veramente economici e le salite veramente ripide!
  • Il tram 28 merita se preso al mattino presto (8;30/9) al capolinea Martim Monitz, restate sopra fino al capolinea, sappiate che, una volta arrivati, dovrete scendere, risalire e ripagare il biglietto Valutate voi se fare il biglietto giornaliero per i mezzi in base ai programmi della giornata.

Se invece siete amanti del freddo, una buona alterativa è Copenaghen

Questo slideshow richiede JavaScript.

Al prossimo viaggio!  Per vedere tutte le nostre foto in alta risoluzione clicca qui

By Claudia & Mattia, 18 Settembre 2019 Siamo Claudia e Mattia, due sognatori romantici alla scoperta del mondo. Sul nostro blog parliamo dei nostri viaggi e delle nostre esperienze, degli hotel e dei ristoranti migliori. Non siamo viaggiatori zaino in spalla, ma non possiamo permetterci il lusso. Nei nostri viaggi troverai un buon compromesso.
  • 12

Claudia & Mattia

Siamo Claudia e Mattia, due sognatori romantici alla scoperta del mondo. Sul nostro blog parliamo dei nostri viaggi e delle nostre esperienze, degli hotel e dei ristoranti migliori. Non siamo viaggiatori zaino in spalla, ma non possiamo permetterci il lusso. Nei nostri viaggi troverai un buon compromesso.

12 Commenti
  • Annalisa
    11 Novembre 2019

    Non siamo ancora stati a Lisbona, ma sicuramente seguirò i tuoi consigli e cercherò l’X Factory!

  • Giorgia
    7 Novembre 2019

    Ho amato moltissimo Lisbona, è sempre bello leggerne racconti! La prossima volta, cercherò l’LX Factory, m’ispira molto!

  • Annalisa trevaligie-travelblog
    1 Novembre 2019

    D’accordo con te sul fatto che il castello di Sao Jorge sia spoglio e alquanto inutile da visitare. Non mi trovi sulla stessa ninfea di pensiero per quanto riguarda le pasteis. La pasticceria di Belen è un istituzione, famosa in tutto il mondo. Sorseggiare the e cioccolata calda seduti comodamente ai tavolini interni, circondati da maioliche di una bellezza unica, è stata forse la più bella esperienza fatta a Lisbona. Profumi e sapori unici, che non ho trovato affatto simili alle copie delle pasteis fatte altrove.

  • Dario
    1 Novembre 2019

    A parte Porto, il Portogallo mi manca. Grazie di questo articolo dettagliato mi tornerà utile

  • Paola
    1 Novembre 2019

    Concordo con voi nel ritenere Lisbona una meta piacevole e poco impegnativa. Perfetta per una fuga economica e per gustare ottimo cibo 🙂

  • Loredana
    1 Agosto 2019

    Posso sapere x piacere dove si trova la scritta lisbona. In che zona? Grazie

  • Katja
    3 Giugno 2019

    Mi manca tutta la Penisola Iberica ma prima o poi un salto in Spagna e in Portogallo lo faccio: m’attirano parecchio, così come Lisbona! La trovo una città d’altri tempi che ti porta in un mondo parallelo … col fatto che è una città sul mare, la rende ancor più fantastica!

    Sai che non la facevo così poco gettonata come racconti? Pensavo ci fosse una miriade di gente anche in alta stagione!

  • Giovy Malfiori
    29 Marzo 2019

    Io ho amato Lisbona: l’ho trovata una città dal carattere molto forte e una sorta di vena tenera e malinconica nel cuore. Io ho adorato la sua multietnicità.

  • Paola
    29 Ottobre 2018

    Adoro le strutture e le zone post industriali, è come se continuassero a vivere senza tempo. Mi sono anche segnata di comprare dei bacalau e i pasteis de nata, io provo tutto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

chi siamo
Siamo Claudia e Mattia e dal 2010 condividiamo la nostra vita e il nostro amore per i viaggi. Sul nostro blog puoi trovare luoghi bellissimi da scoprire, hotel romantici, ristoranti imperdibili e tour organizzati che consigliamo in diversi posti del mondo. Tutto è descritto con amore e passione ed accompagnato dalle nostre foto. Collaboriamo con aziende, hotel, tour operator e piccole attività locali.

             Scopri i nostri servizi

RUBRICHE
Iscriviti alla nostra Newsletter

Instagram API currently not available.